mercoledì 11 luglio 2018

LINA VIGLIONE

COME LA PENSO IO . 
C'è l'età anagrafica, quella riportata sulla carta d'identità e l'età soggettiva, quella che ci sentiamo dentro non sempre coincidono, anzi, spesso la differenza è notevole.
***
A me sembra di essere sempre giovane, ma il mio fisico mi ricorda anno per anno che non lo sono più. L'età non è solo un punto di vista , il recupero fisico, la capacità d'apprendimento col passare degli anni non saranno mai quelli di una ragazza .
***
A dire il vero la verde età é iniquo e malvagia ,un compenso drammatico per una vita trascorsa di sacrifici. Non mi desta tanto il lato estetico ma ciò che mi auguro di vero cuore é di arrivare alla vecchiaia serena e lucida con la mente , quello è l’unico vantaggio, il corpo che faccia pure quello che vuole,il peggior tipo della vecchiaia è quello mentale.
***
Auguriamoci di diventare delle piccole vecchiette sagge serene è positive .Ma davanti a questa logica affidabilità al nostro destino, con la speranza che sia più generosa possibile e ci dia l'opportunità di lasciare questa vita tramite un lungo e sereno sonno!
***
Guardiamoci allo specchio e cancelliamo a il velo di malinconia che traspare in noi e facciamo un bel sorriso, e lasciamo pure che la natura faccia pure il suo corso, tanto alla fine vince sempre lei .Soggettivo invece è lo spirito con il quale si affronta la vita...
E QUESTO NON HA ETA'
 Lina.Viglione 
DIVERSAMENTE GIOVANE .
Non si deve mai osservare  la vita degli altri, perché è consapevole del  suo  dolore e delle sue  rinunce .Un fatto  è credere di essere sul  giusto cammino ,e l'altra è credere che il nostro cammino  sia l'unico.
***
Avete presente quei istanti in cui spalancate  l'armadio, guardate il tempo e poi optare  cosa indossare ? Ecco, io faccio sempre così, ma non con gli vestiti  da indossare , bensì con tutta me stessa.
***
 Ogni giorno penso  che  mascherina  indossare,o allegra o triste , dipende dalla persone che  con cui eventualmente potrei trovarmi  in quel momento . La mia  non è questione di insicurezza o falsità , è solo che potrei pentirmi  dopo un pò, perché in fondo sarebbe molto meglio rispondere "
***
 Ho! grazie, va tutto bene" piuttosto che esibire il mio vero stato d'animo agli altri  ,magari un amica  che in quel momento non mi  capirebbe , oppure  mi potrebbe  anche abbracciare e consolarmi , ma come mi volta  le spalle sarà lì a gioire  di me . 
***
Ma io  voglio dare ogni giorno  il meglio di me  in questa mia breve  vita che ancora ho ,così un giorno lascerò  che la mia  ottima energia venga ben preservata  da chi mi è stato  vicino e ne possa beneficiare come se fossi in qualche ...
 MODO ANCORA PRESENTE .
 Lina Viglione .
UNA CAREZZA SUL CUORE 
Una carezza, è una manifestazione  di amore, è essenziale nella vita di un bambino /a come le foglie sono alla vita di ogni albero . Se sono del tutto  arginati , l'amore periscono alle radici.L'amore per  un bambino appena nato è  come il sole lo è per i fiori; non gli basta di essere nutrito, necessita di carezze per crescere è diventare  forte .
***
 Il valore di una tenera carezza e di una frase  detta col cuore è quello che il tempo non riuscirà a cancellare, è quello che nei momenti più bui da la forza per sorridere e in quelli più difficili il coraggio per seguitare ad andare avanti.
***
L'amorevolezza  è un ponte tra due abissi di isolamento. Perché il cielo e la terra passeranno , ma una  carezze non transiteranno mai , poichè nei mari della vita  siamo tutti dei superstiti  in attesa di una carezza.
***
Un neonato man mano che  cresce senza un un gesto affettuoso  o una piccola attenzione,  hanno il potere di cambiare tutta la sua  vita.Io volevo da bambina una carezza e una parola detta col cuore e un pezzo di vita… ma di vita vera.
***
Volevo un calore umano. Volevo che che ogni mio dolore fosse a un proiettile nel mare e mai sul cuore. Negli anni a venire , indagai la mia memoria senza volerne cambiare la storia, ma solo quando presi coscienza fu così che cambiò la mia esistenza.
***
La vita mi sembrava  troppo transitoria  per sprecarla nel rancore e nel tener conto dei torti altrui. Odiando il dolore questo mi permise di ...
 CONOSCERE LA VERA FELICITA' 
Lina Viglione
SIAMO TUTTI DEGNI DI VIVERE 
Agganciamoci  tra la istintività  di chi dice sempre ciò che pensa o il  calcolo  di chi crede  solo a ciò che è meglio dire .Guardiamo  quei bei ceppi , guardiamo il sole le nuvole , un cielo stellato ,e l’esistenza intera come è colma di gioia, come pure i fiori . 
***
Ogni cosa splende di felicità . Anche gli alberi sembrano  felici senza nessuno motivo. Non diventeranno  mai  curatori di niente  e ne tanto meno  ricchi, non avendo neanche un conto in banca . In natura nulla è perfetto e tutto è imperfetto.
***
 Gli alberi possono essere incurvati in modo in quanto  bizzarri, ma appaiani sempre belli ai nostri occhi .Siamo esseri naturali e se erriamo , è per capire miglio  che via stiamo percorrendo , non per questo "siamo imperfetti " 
***
A tutti può capitare   di fare degli sbagli  ma se siamo ancora qui cerchiamo di stabilire  ogni nostro sbaglio ,cerchiamo  di ricavarne ogni volta qualcosa che ci faccia migliorare .
****
Qualsiasi cosa noi abbia commesso ,troviamo  sempre qualcosa di positivo oltre la sofferenza, e questo non ci renderà non degni di  vivere, ma questo fa parte della vita stessa, dove per migliorarci , c'è da  imparare come  rialzarsi!
***
Per arrivare a questa  cognizione e conoscere i nostri  limiti, bisogna prima soffrire e toccare il fondo per rialzarci , sono passaggi utili . Non è cadere per terra  che fa male, ma come rialzarsi, perché dobbiamo  dimenticarci  la persona che eravamo e rappacifichiamoci   con quella che siamo  diventate oggi  .
***
Allora forza e coraggio, anche se ci siamo persi qualche volta, non lamentiamoci  più di tanto...
SIAMO ANCORA IN VIAGGIO .
Lina Viglione
NON RUBATECI LA SPERANZA 
Fino a che abbiamo l'ultimo sospiro si spera. Come dice un saggio: Finché c'è vita c'è speranza.La nostra percezione  del mondo è certamente vincolata  dalla nostra energia . 
***
Siamo essere umani, e come tali siamo rapportati  in una sicura entità e, in questa entità ci muoviamo senza darci un conteggio che, fra l'illitato  grande e l'imitato  piccolo, sussistono senza fine altre entità  per noi umani inarrivabili .
***
 A lasciarci sconcertati  è sempre l'entità di uno spazio tempo, il più assurdo e la più folle che, con il suo girovagare , passare il tutto e il niente , il passato e l'illimitato , ci consente di capire  il presente, di osservare  sì il passato, ma non ci permette  di avere nessuna certezza  sul futuro.
**
Rassegniamoci ad ogni piccola speranza, siamo essere umani e questa è la nostra clausola .Affidiamoci alla  speranza senza mai scordarci di verificare la realtà anche se è poco piacevole .
CIO' VUOL DIRE ESSERE UOMINI .
Lina Viglione 

UNA VITA DA VIVERE .
Nella vita se non si ha uno scopo non ha senso  vivere. Quando più si devono affrontare delle difficile fasi , più il carattere si rinforza e si diviene più forti, da poter  prendere di petto la vita. 
***
La vita non da nessuna certezza ,si deve  accettarla cosi com'è, ma si può tentare di   migliorarla a  secondo i nostri valori .  che abbiamo trasmesso nella società che sono modelli di vita  , perchè questi  restano anche dopo la nostra morte.
*** 
Pertanto in una  certo maniera anche quando non ci saremo più non perderemo tutto,quello che abbiamo  costruito ed abbiamo meditato in un modo è nell'altro rimarrà  in vita nel ricordo del nostro passaggio sulla vita terrena , finché questi ricordi non si uniscono all'immenso carico ...
DELLA CONOSCENZA UMANA .
 Lina viglione . 

UN PEZZO DELLA MIA ANIMA 
Io non cerco grande cose dalla vita .Le cose più belle sono sempre le più semplice le più pure.Quando un giorno non ci sarò più , non so cosa possono dire di me.
Di sicuro la vita niente  mi ha donato.Quello che ho avuto me lo sono presa con forza e sudore , e ho sempre dovuto pagare sempre  un prezzo .
*** 
A volte ho riso a volte ho pianto.Non ho avuto mai paura di piangere. Non ho mai frenato le mie lacrime quando volevano uscire. Ma nella vita bisogna anche saper piangere, e lasciare che bagnino la  nostra anima .
***
 Ma  posso dire che la mia vita l'ho vissuta con amore e determinazione fino in fondo.Ogni giorno che passa regalo un pezzetto della mia anima al mondo .Essa non si consuma, ma si rigenera...
 CON L'AMORE CHE DONE E CHE RICEVO . 
Lina Viglione 
LA CONOSCENZA DI NOI STESSI. 
Per imparare a conoscere noi stessi non possiamo infliggerci  nessuna pena nel subire l’influsso  degli altri anzitutto se diversi da noi ,ma costruire  le basi di un incontro e ottenere sempre un qualche cosa da dire, anche se a volte si deve affrontare il  rischio di rimanere  delusi per non essere stati compresi.
***
Le disillusioni sono  parte della vita, anche attraverso le delusioni impariamo a capire  a fare nostro il popolare  detto "il mondo è bello perché è vario" Se ci apriamo  agli altri, e alla lora  accoglienza ,in qualunque modo vada , è sempre per noi positivo .
***
Commisurarci solo con noi stessi c'è il rischio di divenire come quei "anarcoidi intellettuali" ovvero gente  senza limiti e alcuni difetti , concependo con la fantasia di avere ragione su 
ogni cosa , perché le loro certezze  non scaturiscono  mai divisibile .
***
Io mi sforzo di essere una donna virtuosa come "modo perfetto d'essere"per acquisire con l'apprendimento delle cose che mi garantiscono  di identificare  quelle buone da quelle non buone in modo da consentire  a me stessa di essere...
SEMPRE UNA PERSONA MIGLIORE .
 Lina viglione .
L'URAGANO DELLA VITA .
La vita, nel corso della nostra esistenza , non ci darà mai niente come un dono .Anche nella sfera affettiva ,ci presenterà  sempre una parcella da pagare ,e non conta se noi non siamo predisposti a  pagare.
*** 
A volte è doveroso dare un po di ossigeno alla nostra essenza ,in modo che il ciclone ci oltrapassi  per dare un nuovo decolore al nostro cuore.Una vita diversa avviene soprattutto  dentro di noi.
***
 Una modifica,come punto di arrivo, è essenziale in noi una modifica alla radice. Ogni inizio ci da il vantaggio di aprire...
NON UNA PORTA,MA UN PORTONE .
Lina Viglione
NON SONO  MAI CONTENTA .
Il  caldo dell'estate ci toglie anche il respiro . Se mi adesso mi domandassero  se preferisco l'inverno o l'estate rispondere subito l'inverno perchè c'è un'afa tremenda!
***
 Ma se me lo chiedono  in inverno rispondo subito  "io preferisco l'estate" perchè in quel momento ho un gran freddo . Diciamo la verità ,ogni stagione ha qualcosa di speciale, in autunno è bello perchè è ricco di colori ed è bellissimo passeggiare mentre ci  cadono addosso le foglie.
***
 L'inverno è bello perchè è un periodo che crea calore e intimità . E' la stagione delle feste,dei giochi in casa,del piacere di stare sotto le coperte a leggere un libro ,la neve in montagna che crea uno scenario da favola e vedere il tramonto nelle belle e fredde serate invernali ed è  molto suggestivo .
***
Poi arriva la tanta sospirata primavera si sente nell'aria una nuova energia e non vediamo l'ora che sia estate perchè ci sentiamo vivi si esce sempre , si va in montagna e al mare .
***
Ma per chi come me me non è più giovanissima l’estate è quel periodo  in cui fa troppo caldo per fare quelle cose per cui faccio  d’inverno.
***
 Ora non so se capita solo a me, il caldo non mi va bene, il freddo neppure . Il vento mi  rompe il ca..., la pioggia ancora di più.  Ci ho pensato se rinasco di nuovo il mondo me lo faccio io  la prossima volta...Lina Viglione  .
Il mio blog in chat .

1 commento:

Tomaso ha detto...

Cara Lina, questo post chiarisce tante cose, noi diciamo che ci sentiamo ancora giovani, ma spesso i movimenti lo negano!!!
Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso